Palermo Quattro Canti

I Quattro Canti a Palermo: più di un incrocio

Tu sei qui:

>

Durante la tua passeggiata per Palermo, passerai molte piazze più grandi e più piccole. Vi soffermerete nell'uno o nell'altro, magari concedendovi un espresso e un delizioso spuntino. Guarda i passanti che passano e lascia che il tuo sguardo vaghi sulle facciate circostanti. Tuttavia, quando si raggiunge la Piazza Palermo Quattro Canti, si dovrebbe consapevolmente prendere un po' di tempo. Perché questo incrocio non solo ha una storia molto speciale. Colpisce anche per il suo design unico.

Questo è ciò che potete aspettarvi in questo articolo:

  1. La storia della Piazza Palermo Quattro Canti

  2. L'architettura barocca incontra il trambusto della città moderna

  3. Forte simbolismo e alte dignità

Ciao, sono Eugenio.

Sono un ospite del BnB Dolcevita e spero che vi piaccia il mio articolo sui Quattro Canti. Fa parte del nostro Palermo Guida di viaggio.  Di più su di noi!

Ospite Eugenio

La storia della Piazza Palermo Quattro Canti

Sapevi che gli spagnoli hanno comandato a Palermo per molto tempo? Sono anche responsabili della creazione dei Quattro Canti nel XVII secolo. Il punto di partenza della piazza di oggi era il Cassaro, l'arteria principale di Palermo dal IX secolo.

 

Nel frattempo, la strada si chiama Corso Vittorio Emanuele. In ogni caso, nel XVII secolo, il Corso fu allargato ed esteso verso est-nord-est fino a raggiungere il mare. L'intersezione dei Quattro Canti di Palermo fu finalmente creata quando il viceré spagnolo Maqueda fece costruire Via Nuova ad angolo retto con Corso Vittorio Emanuele. Oggi si chiama opportunamente Via Maqueda.

L'uomo è fermo all'incrocio dei Quattro Canti

Photo by Cristina Gottardi on Unsplash

Dove le due strade si incontrano, è stata infine progettata la piazza Palermo Quattro Canti. Il nome è un po' fuorviante: tradotto, significa "quattro angoli". In realtà, però, la piazza è ottagonale. Comunque, Quattro Canti è il nome non ufficiale di questo gioiello architettonico.

 

La piazza si chiama in realtà Piazza Vigilena, in onore del viceré spagnolo Juan Fernandez Pacheco de Villena. Assunse l'architetto fiorentino Giulio Lasso per costruire i quattro palazzi che delimitano la piazza.

Carrozza trainata da cavalli ai Quattro Canti di Palermo

Foto: © krivinis / Shutterstock.com

L'architettura barocca incontra il trambusto della città moderna

Giulio Lasso aveva già un nome clamoroso come scultore e architetto quando gli fu commissionata la costruzione dei quattro palazzi di Piazza Palermo Quattro Canti. Ha iniziato a lavorare nel 1608. Non visse per vedere il completamento della sua opera principale nel 1620: Lasso morì a Palermo nel 1612. Al suo posto, Mariano Smiriglio completò gli imponenti edifici, che sono considerati un ottimo esempio di barocco siciliano.

I Quattro Canti sono un luogo popolare per i turisti

I Quattro Canti sono un luogo popolare per i turisti

Foto: © Robin Marx - BnB Dolcevita 

Il modo migliore per cogliere la maestria dello straordinario design della facciata è con un po' di distanza. Per una visione olistica di uno dei quattro palazzi, è meglio stare sul lato opposto della strada.

 

A prima vista, i magnifici edifici sembrano uniformi. In effetti, hanno molte cose in comune. Tra questi, le facciate concave, la suddivisione per mezzo di colonne e le fontane che decorano le facciate in ogni caso. Ma la tensione sta nei dettagli finemente lavorati.

Veduta dei Quattro Canti

Foto: © lapas77 – stock.adobe.com

Forte simbolismo e alte dignità

I palazzi di piazza Palermo Quattro Canti impressionano con un linguaggio simbolico distintivo, che si riflette anche nel nome popolare della piazza: i palermitani la chiamano Teatro del Sole. Perché a qualsiasi ora del giorno, una delle facciate è illuminata dal sole.

 

Opportunamente, le fontane e le statue sulle facciate del palazzo simboleggiano le quattro stagioni: primavera (sud-sud-ovest), estate (ovest-nord-ovest), autunno (nord-nord-est) e inverno (est-sud-est).

I Quattro Canti dal punto di vista di una rana

Foto: © Ppuri and Raw / Shutterstock.com

Al centro di ogni facciata c'è una nicchia centrale. Al suo interno si trovano le statue dei re spagnoli Carlo V, Filippo II, Filippo IV e Filippo III. L'insieme è completato dalle sante patrone Cristina, Ninfa, Oliva e Agata.

Ora vai più vicino. Vedete le decorazioni finemente lavorate sulle fontane? Riesci a sentire l'attenzione ai dettagli che i costruttori hanno riversato nelle loro opere? - Semplicemente impressionante, non credi? Piazza Palermo Quattro Canti è certamente una delle piazze più affascinanti d'Italia. Date all'insieme il tempo di dispiegare il suo effetto e sognate di tornare a un'epoca in cui nobili signori e magnifiche carrozze caratterizzavano il paesaggio stradale della città.

Una fontana ai Quattro Canti

Foto: © luigi nifosi/ Shutterstock.com

Il nostro consiglio:

Nel frattempo, il corso Vittorio Emanuele è stato chiuso alle auto e trasformato in zona pedonale dai Quattro Canti verso est-nord-est fino a piazza Marina. Passeggiate a piedi per le strade chiuse al traffico e godetevi una bevanda fresca, un caffè o uno street food parmigiano in uno dei numerosi bar di strada e snack bar. 

 Veduta di Palermo dal tetto della cattedrale

Imparare di più?